“Facebook ti aiuta a connetterti e rimanere in contatto con le persone della tua vita”, questa è la frase che troviamo aprendo la pagina web di Facebook. Bastano pochi minuti per inserire il nostro nome, la mail, la password, clicchiamo e il gioco è fatto! Facciamo parte anche noi del popolo dei facebookiani! Facebook è il social network più famoso del momento, nato nel 2004 dall’idea di alcuni studenti di Harvard, in pochi anni è diventato uno dei siti più visitati anche in Italia.

Ma che cos’ha di diverso Facebook che lo rende così attraente anche per la generazione di adolescenti? Dall’ ultimo “Rapporto annuale sulle abitudini e stili di vita degli adolescenti” diffuso dalla SIP (Società italiana di psichiatria), è emerso che le ragazze hanno superato i ragazzi in quanto a tempo passato in rete e a numero di accessi online giornalieri. I dati arrivano dall’indagine svolta su un campione nazionale di 1200 studenti delle scuole medie di età comprese tra i 12 e 14 anni, dove è emerso che a differenza di qualche anno fa il 45% delle ragazze contro il 41% dei ragazzi utilizzano internet.

È un mondo dove tutto corre veloce, dove possiamo scrivere il nostro profilo e cambiarlo se non ci piace, mettere le nostre foto e cambiarle, e un click del mouse regola le nostre relazioni.

L’egocentrismo, la voglia di apparire e di farsi sentire sono tra coloro che utilizzano maggiormente internet. I bisogni che caratterizzano l’adolescenza. Facebook sembra lo strumento adatto a soddisfare questo bisogno. E non solo…

Diventa anche un amico per chi ha difficoltà a fare amicizie, l’amico che ci trascina nella mischia, nella folla, che ci mantiene in contatto con gli altri e non solo…ci fa tenere continuamente in contatto con persone che sono lontane, pensiamo a chi abbiamo conosciuto in vacanza o in altre occasioni. Insomma un universo a portata di mano fatto di amici che possiamo ritrovare, nuovi amici che possiamo conoscere, nuovi amori che nascono e che finiscono. Proprio come nella vita reale! Quindi possiamo parlare di amore ai tempi di Facebook? Ebbene sì. Su Facebook possiamo innamorarci di una ragazzo o di una ragazza che già faceva parte del nostro giro di amici, o che abbiamo conosciuto successivamente, magari uno degli amici dei nostri amici e poi….condividerlo e gridarlo al mondo o meglio con soddisfazione possiamo mutare il nostro profilo da single a fidanzato/a e riportare la notizia sulla bacheca e non solo…..gli altri possono partecipare alla nostra gioia scrivendo un commento.

Temi cari all’amore come l’attesa, la curiosità, la passione, la gelosia e l’erotismo non sembrano venire meno! Quando poi una storia d’amore finisce, si rimane sempre in contatto, o almeno si può dare una sbirciatina al profilo del/della nostra ex, è difficile resistere alla tentazione!Ogni notizia, ogni evento da una festa, al taglio di capelli diventa un’occasione da condividere con gli altri, nell’attesa di ricevere commenti, basta una sola parola, purché si rimanga connessi e non ci si perda. Forse l’importante è usare Facebook con consapevolezza per non rischiare che soddisfatti dalle emozioni forti provate nel virtuale -che non vuol dire “false”-di bypassare quelle emozioni che proviamo anche quando stiamo di fronte a chi ci piace: il gioco di sguardi, il battito del cuore se veniamo sfiorati, il non sapere come muoverci, l’incertezza nel chiedere il numero e un appuntamento. Tutti aspetti che nessun network può ricreare totalmente (per fortuna!).

Dott.ssa Chiara D’Andrea

Dott.ssa Veronica Errico

Dott.ssa Margherita Napoli

Diritti Riservati – Vietata la pubblicazione senza il consenso degli autori